Cuore di latta …

cuore di latta, Erika e Omar, delitto Novi LigureLo ricordo quel giorno. Ed è un ricordo mai usato, una riflessione sgorgata da un avvenimento divenuto mediatico che sconvolse l’Italia per la sua spettacolarità. La solita sete di splatter ed horror. Tutto vero, però. Me lo ricordo bene il giorno in cui morirono Susy e ed il piccolo Gianluca De Nardo. Subito vip:Erika ed Omar, da Novi Ligure con furore. Ecco perché lo ricordo come se fosse ieri, perché arrivò la telefonata di mia sorella (tarantina espatriata nel Piemonte), all’epoca viveva a qualche isolato dalla casa del misfatto. Di lì, poi, mille riflessioni. Quando vedi tutto in tv non sei tirato dentro, ti interessi perché i vari “Porta a porta” ti ci fanno interessare, perché anche se non vuoi, ti sbattono in faccia la realtà nuda e cruda. O almeno così dicono … Ma è meglio non intraprendere questo scomodo discorso mediatico. Quando invece sei stato nel bar in cui Omar si recava ogni sera, qualche giorno prima, o quando tuo cognato ti racconta particolari sconvolgenti della vicenda, inizi a pensare. Tutto assume una dimensione differente, alterata. Alterata rispetto all’alterazione apportata dai media. Quindi, forse, come in una formula matematica, più reale. Oggi, di quell’infido 21 febbraio 2001, rimangono i pettegolezzi della ragazzina cresciuta in carcere, delle lettere ricevute, di un nuovo amore, rimane qualche pornografica visita guidata alla casa della Erika … e un cuore di latta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...